CENTROHD - Huge Dictionaries

HOME >> B >> BI >> BIN

Frasi che contengono la parola binari

fu imposto l'obbligo di collocare i binari al centro della carreggiata dei viali per permettere il pubblico passeggio e il transito delle carrozze (questa norma venne fatta rispettare anche in quelle curve dove per esigenze tecniche il binario non poteva rimanere nel mezzo alla carreggiata con ulteriore dispendio di denaro per il costruttore);

, quando venne autorizzata la costruzione del braccio provvisorio. Quando fu inaugurata la stazione di Campo di Marte, il servizio tranviario era stato intanto elettrificato e i binari percorrevano viale Principe Eugenio, piazza Donatello, via degli Artisti, il cavalcavia della Piazzola, il viale Militare (oggi viale dei Mille) e via del Pratellino

I formati PPT, PPS e POT, come tutti i formati binari del pacchetto Office, sono formati chiusi, quindi teoricamente gestibili unicamente attraverso il programma di casa Microsoft. Vista la diffusione del formato, attraverso una lunga e complicata opera di

all'occorrenza), strutturate con ponti binari per ospitare carri e rotabili in genere e, nella maggior parte dei casi, attrezzate per il trasporto di passeggeri e veicoli su gomma. In ordine di entrata in servizio si tratta dei traghetti

e un fabbricato adibito ad officina sociale. Oltre a un binario di servizio che terminava con una piattaforma girevole posta lateralmente rispetto alla rimessa, dietro quest'ultima era inoltre presente un ulteriore fascio di due binari

si costruivano strade lastricate con solchi longitudinali come sede per le ruote dei carri (sorta di binari di pietra). In Persia avevano iniziato ad ovviare a questo problema con la costruzione della Via reale che collegava la capitale

. Con questo tipo di segnalamento, caratterizzato dall'assenza dei tradizionali segnali a lato del binario, le informazioni vengono trasmesse in modo continuo ai treni con impulsi elettrici inviati attraverso i binari e visualizzate direttamente sul cruscotto della motrice. Questo sistema, nonostante l'elevato livello di automazione, non si sostituisce al macchinista, ma interviene automaticamente con la frenatura di emergenza solo nei casi in cui non vengono rispettate le indicazioni fornite.

) che possono divenire fonte d'energia di qualunque macchinario, garantendo il loro massimo potere quando vengono azionati da un uomo e una donna contemporaneamente. Questo porta la tecnologia a svilupparsi su binari molto differenti rispetto a quella esistente prima della catastrofe, ma queste nuove conoscenze vengono tenute segrete e gelosamente custudite dagli

I progetti di sviluppo delle ferrovie in Abruzzo si concentrano sull'adeguamento delle tratte esistenti agli standard europei prevedendo, in particolare, il potenziamento tecnologico della ferrovia Adriatica, il raddoppio dei binari sulla linea Roma-Pescara e l'elettrificazione della linea Terni-Sulmona

Nonostante la presenza dello standard, i nuovi prefissi binari stentano a essere accettati. Il loro uso viene normalmente confutato col fatto che i prefissi SI per indicare multipli binari sono usati da anni per le grandezze legate all'informatica, e che i maggiori

Tale paragrafo illustra le strutture e gli impianti della stazione oggetto della voce: numero e utilizzo dei binari, ubicazione e descrizione dell'eventuale scalo merci con indicazione delle prevalenti tipologie di merci trattate e degli operatori coinvolti, descrizione del

Sono stati realizzati inoltre progetti per delocalizzare lo scalo merci della stazione ferroviaria nei pressi del polo logistico per favorire l'interscambio gomma-ferro, liberando inoltre dai binari ampi spazi situati non lontano dal centro cittadino nei pressi dell'attuale scalo

in una zona all'epoca in piena espansione. Costruita come una tipica stazione di transito presentava una struttura caratterizzata da una tettoia a falde piane che copriva i due binari di corsa e quello di attraversamento con le relative banchine. L'impianto rimase scalo terminale della

All'interno domina per imponenza il volume della biglietteria, ornato di marmi e stucchi e dove dipartono i corridoi laterali e gli accessi ai binari; due sottopassaggi permettono di raggiungere i sette binari di transito per il movimento passeggeri, affiancati da raffinate pensiline sorrette da esili colonne. Il sottopassaggio a sud consente inoltre di accedere al parcheggio scambiatore posto alle spalle della stazione, non lontano dal

. Pur essendoci due binari affiancati, la circolazione dei treni non avviene con la specializzazione dei sensi di marcia (a sinistra per i treni con numerazione dispari, nella fattispecie, provenienti da

principalmente per il traffico passeggeri locale da e verso Savona, Tortona e Alessandria. Successivamente tutto il traffico passeggeri venne dirottato sui dieci binari di corsa, mentre i binari tronchi sono stati riutilizzati per moltissimi anni per il ricovero dei locomotori, delle vetture, dei vagoni postali e per il carico e scarico di alcuni carri merci di servizio, gli ultimi di essi vennero demoliti in occasione dei lavori condotti negli anni

Nel centro storico di Niguarda, dall'incrocio di via Luigi Ornato con via Giovanni Terruggia fino a quello con via Vincenzo da Filicaia, i binari erano compenetrati e la circolazione per entrambi i sensi di marcia fu regolata da un impianto semaforico. Di questo percorso particolare, la sede tranviaria era promiscua dall'incrocio di via Terruggia fino a quello con via Riccardo Bauer, per poi spostarsi a destra di via Ornato su sede riservata

La stazione conteneva sei binari di testa e la facciata dava, come detto, su Piazza Garibaldi, che illo tempore era di dimensioni molto inferiori all'attuale, dove furono realizzati dei giardini. Al loro interno vi fu collocata la

. Parte della torre sovrasta i binari del treno sotterraneo che porta in Penn Station. Al fine di evitare le tracce, le colonne perimetrali sui lati sud, nord ed est non scendono al livello del suolo, ma vengono trasferite al nucleo sopra la hall dell'edificio.

In pista il dualismo si mantiene invece sui binari di una sostanziale correttezza, come l'anno seguente a Barcellona quando il pesarese, all'ultima staccata, con un'entrata al limite compie ai danni del

Pertanto questo ha permesso di mantenere, per quanto possibile, il tracciato ancora visibile dopo oltre sessant'anni, sebbene l'urbanizzazione indiscriminata degli anni del boom abbia inglobato parte di essa. In alcuni punti del tracciato sono ancora visibili i binari, mentre il rilevato dal parco Lajala di

(situato al piano stradale, quindi al livello inferiore rispetto a quelli della stazione passeggeri: quei binari venivano normalmente usati per il trasporto merci e postale) venne utilizzato per l'avvio dei treni che deportavano gli

, la quale permette un trasferimento di un testo che contiene caratteri accentati (non-ASCII) senza bisogno di trascodificarlo. Altri limiti di SMTP, quale la lunghezza massima di una riga, impediscono la spedizione di file binari senza

proseguiva diritto, superava il Canale Quintino e, dopo due passaggi a livello e due piccole curve, attraversando un parco di manovra costituito da due binari oltre che da quello di linea e che comprendeva anche una

veniva oltrepassata con un sottopasso in sede propria per giungere alla successiva stazione tranviaria di Santa Lucia che oltre al fabbricato viaggiatori a due piani presentava numerose attrezzature quali un piano caricatore, un rifornitore d'acqua ed alcuni binari di precedenza. Impianti merci erano presenti anche presso la successiva stazione di Archi, il cui fabbricato viaggiatori venne in seguito trasformato in sottostazione ENEL

presso la stazione d'incrocio di corso Carbonara l'originario attraversamento a raso fu sostituito da una passerella che consentiva di scavalcare i binari e la fune; il traffico nel frattempo aveva registrato un significativo aumento nel numero dei passeggeri e dei colli trasportati. Scoppiato il

, il rialzo dell'armamento in alcuni passaggi a livello riallineando i binari al manto stradale, la sostituzione e ripristino di alcuni cavi di collegamento, la riapertura del secondo binario della stazione di

(ex Fascio A, ex Padova Scalo), posto a sud della linea per Venezia, utilizzato esclusivamente come ricovero dei treni che hanno qui origine e termine. Anticamente si diramava da questo fascio binari il raccordo con le stazioni di Padova Scalo Merci e di Padova Santa Sofia;

Diversamente dalla maggior parte del software commerciale, le date di distribuzione del progetto si applicano solo per la distribuzione dei codici sorgenti, non dei binari. Per ottenere un programma funzionante il codice sorgente deve essere compilato, il che richiede librerie specifiche (Vedi la sezione

e la situazione cambia qui. I treni metropolitani vanno a Caserta, Salerno e Pozzuoli Solfatara. I treni regionali percorrono il passante su altri binari e, poi raggiungono la linea ferroviaria principale. Ti consiglio di leggere le sezioni precedenti di questa discussione per capire meglio di cosa si parla. Saluti. Aggiungo anche fonti:

che si occupava di gestire i binari, gli impianti e la circolazione ferroviaria, le stazioni, pianifica gli investimenti (sia per le infrastrutture sia per ul materiale rotabile), effettua la manutenzione delle infrastrutture e del materiale rotabile.

. In ogni caso, se esistono alcuni punti di contatto con questo o quest'altro artista, la produzione di Lotto a Bergamo si muove su binari essenzialmente autonomi, all'insegna di invenzioni originali ed energiche

La MTA Long Island Rail Road, oltre a gestire il servizio, possiede e gestisce anche le ferrovie e le altre infrastrutture che le linee suburbane utilizzano, con l'eccezione dei binari di collegamento tra le stazioni di

oppure nei propri programmi BASIC. I comandi messi a disposizione dell'utente erano, ad esempio, BLOAD, BSAVE e BRUN per caricare, salvare ed eseguire file binari oppure i corrispondenti LOAD, RUN e SAVE per i programmi in BASIC; EXEC eseguiva invece dei

, avente come oggetto di studio i tratti distintivi dei suoni che costituiscono i fonemi. Jakobson individua dodici segni acustici binari in opposizione fonologica che, sostiene, costituiscono dei veri e propri universali linguistici e sono alla base di

Per quanto riguarda il tratto Seregno-Monza-Milano, ci sono varie ipotesi. L'ipotesi ufficiale prevederebbe un quadruplicamento in sede da Seregno a Lissone ed una variante di tracciato sotterranea passante sotto il parco di Monza e uscente a Monza Centrale e da qui con binari propri raggiungerebbe Greco per poi raggiungere le varie stazioni; verrebbe inoltre fatto un raccordo per permettere ai treni da Greco di entrare nel passante a Milano Repubblica.

era sita in viale della stazione ferroviaria, poi via Grasselli Barni. Il fabbricato viaggiatori e la rimessa locomotive erano posti di fronte a piazza Dante Alighieri, mentre il piazzale binari e il piano caricatore occupavano il lato destro della strada. Un binario di scalo proseguiva verso il piazzale d'ingresso della

: l'estrazione delle materie prime avveniva per mezzo della draga, macchina escavatrice su binari che grattava l'argilla prima asportandola dalle colline e poi cavandola direttamente alla quota di terra. A causa dei continui scavi si crearono laghetti artificiali, testimonianza ancora oggi del lento processo di irreversibile trasformazione del territorio.

al livello stradale dopo aver intercettato la progettata linea Roma-Marino-Albano. Il percorso sarebbe proseguito in galleria sotto piazza di San Giovanni in Laterano, collocandosi in trincea lungo via Emanuele Filiberto fino alla stazione di via Labicana da collocarsi all'incrocio dell'omonima strada con via Emanuele Filiberto e viale Manzoni. Da questa stazione i binari sarebbero proseguiti in salita verso la

le stazioni di Lucca e Pisa subirono importanti trasformazioni nel piano binari: a Lucca furono abbattuti i fabbricati ospitanti le officine ferroviarie per fare spazio ai nuovi binari che negli anni dovevano essere realizzati per far fronte alla crescita del traffico su rotaia, aumentato in quella zona anche a causa del completamento della

per consentire l'impiego indifferente di entrambi i binari presenti nel tratto Montuolo-Lucca. Contestualmente le stazioni di Ripafratta e San Giuliano vennero declassate a fermate impresenziate, mentre lo

, che ha realizzato un esteso pannello in acciaio su cui sono situati dei binari che bloccano numerosi oggetti: un cappello, un soprabito, alcuni trenini giocattolo e molte paia di scarpe maschili e femminili.

Lungo il percorso che dall'atrio conduce al piano binari sono presenti le sequenze di guerra e di caccia di Sergio Fermariello, la lamiera in alluminio con fibre ottiche di Baldo Diodato e la serigrafia su cinque pannelli in policarbonato (denominata

di vico Cinquesanti che conduce al lato est del teatro: il proprietario del terraneo aveva ricavato l'accesso agli ambienti sotterranei che aveva adoperato come cantina tramite una botola che era situata sotto il letto. Aveva inoltre escogitato un meccanismo che permetteva la scomparsa del letto, che scorreva lungo dei binari, in una nicchia del muro. La scoperta di frammenti murari in

Si prevede di riempire la trincea, dove i binari ferroviari corrono prima dell'ingresso nord della stazione di Lugano e che attraversa il territorio del comune di Massagno, e di creare un parco sull'area risultante.

, con binari ancorati su massicciata. Proprio immediatamente prima di Ponte dell'Olio la ferrovia superava il torrente Nure per mezzo di un ponte in curva di cemento armato, uno dei primi viadotti di questo tipo costruiti in Italia, realizzato appositamente per l'infrastruttura

: il progetto originario era quello di utilizzare dei cavalli per trainare i carrelli contenenti il carbone, poggiandoli o facendoli scorrere su binari in metallo, ma, dopo un incontro con Stephenson, il direttore della compagnia

I binari sono raccordati tra loro in entrambe le direzioni della stazione, al fine di consentire ai treni di effettuare incroci o precedenze, oltre a essere deviati in base al senso di marcia. I treni provenienti dalla linea Novara-Varallo possono accedere al secondo binario mediante un solo raccordo in uscita dalla stazione in direzione

, che per trasportare i proietti, utilizzava un ingegnoso meccanismo di montacarichi, azionati a manovella, che trasportavano i proiettili tramite un cestello metallico guidato da binari laterali, che conducevano alla linea di fuoco.

del ponte dimostrano che la locomotiva stava entrando, o uscendo, dalla piattaforma impegnando uno dei binari a sinistra dell'immagine (le norme FS prescrivono che durante lo spostamento del ponte il pantografo rimanga abbassato per evitare che esso s'impigli nella

, possono avere una rimessa rotabili adiacente e assumere funzioni particolari ai fini della circolazione dei treni. Di regola sono dotate di parecchi servizi tra cui biglietterie automatiche e normali, obliteratrici, sale d'aspetto coperte e servizi igienici pubblici, edicole e bar, oltre che pensiline e sottopassaggi per attraversare i binari.

e per la canna da zucchero o i vagonetti con cisterna per il carburante, i vagonetti per laterizi, che possono entrare direttamente nei forni di cottura, i vagonetti per persone, i vagonetti di servizio per il trasporto e la posa dei binari prefabbricati. Durante la Prima Guerra Mondiale, erano usati anche nelle

I fermadeviatoi (apparati che garantiscono che gli scambi non vengano indebitamente spostati da persone non autorizzate) garantiscono la correttezza dell'itinerario di arrivo, partenza e/o transito di un treno in binari predeterminati.

, dotata di tre binari di cui uno adibito al traffico merci. Quest'ultimo binario attraversava Via degli Orti e si affiancava, con una curva verso sinistra, alla banchina destra del canale navigabile dove era situato lo scalo merci di

, il piano binari ha subito un ampliamento con la costruzione di altri due binari per il servizio viaggiatori; tali binari, non ancora attivati, sono tronchi ed utilizzabili solo dai treni da e per Venezia. Contemporaneamente sono cominciati i lavori di elettrificazione tra questa stazione e

. Inoltre durante la II guerra mondiale era presente un deposito locomotive, di cui sopravvive ancora la torre dell'acqua, posto a sud dei binari di corsa dall'altro lato del magazzino merci rispetto al fabbricato viaggiatori. La tranvia provenendo da Padova si affiancava da nord alla nostra linea e la intersecava dal lato Mestre per piegare verso est. La ferrovia invece piega verso nord puntando verso la ferrovia

prestarono le prime cure in attesa del treno di soccorso che giunse da Fabriano. La circolazione dei treni fu interrotta fino allo sgombero della linea dai materiali che, pur danneggiati, una volta rimessi sui binari vennero inoltrati a destinazione

, si ipotizzava di costruire un'altra ferrovia Vilnius-Luninec-Rivne. Pertanto, a due chilometri e mezzo dalla stazione centrale, la ferrovia Mosca-Brest era attraversata dai binari della direzione Vilnus-Rivne delle ferrovie Polissya e venne costruita un'altra stazione

. Dopo aver percorso questa via il tram entrava in piazza Prevost (oggi piazza Edison) dove si trovava una piccola ma elegante stazione; i binari a quel punto svoltavano a sinistra in via di San Domenico dove all'altezza dell'omonimo borgo veniva effettuato il trasbordo sulle diligenze. La diligenza prima e il tram elettrico poi percorrevano la via Nuova Fiesolana (oggi via Mantellini) per finire a Fiesole in piazza Mino da Fiesole

e di binari di raddoppio allo scopo di poter immettere in linea un sufficiente numero di treni. Quelli che viaggiano nello stesso senso si susseguono distanziati l'uno dall'altro. Quelli marcianti in senso contrario dovranno avere stabilita nell'orario di servizio la fermata in apposite stazioni, individuate mediante il

, nella quale il tubo a pressione era disposto tra i binari, con un pistone che correva dentro di esso, sospeso dal treno tramite una fenditura sigillabile nella parte superiore di questo tubo, era operato nel seguente modo:

, un software opzionale proposto agli sviluppatori che permette l'inserimento di contenuti sponsorizzati closed-source nei file binari di installazione, compensando poi i progetti coinvolti con parte del ricavato.

, che vanno in direzione perpendicolare alla strada. I binari della linea Central arrivano da ovest al di sotto di Poultry, ed escono verso est sotto Threadneedle Street, con una netta curva attraverso la stazione.

. I binari della DLR arrivano passando sotto Eastcheap e girano sotto i binari della linea Northern al di sotto di King William Street, con il tunnel per collegare i due binari oltre la fine della linea che si estende ulteriormente sotto la linea Northern sotto Princes Street.

, utilizzando in parte i binari urbani della SRTO. Il capolinea di via Amendola divenne poi il principale terminale in Roma della rete dei Castelli, fino alla definitiva chiusura dell'ultima linea urbana. Dal

Immediatamente dopo l'ultimazione della fermata di Brignole, fu subito predisposto il prolungamento verso levante: due binari di manovra per i convogli oltrepassavano il torrente Bisagno e poggiavano i tronchini poco prima del sottopasso di Via Archimede. L'estensione verso

Entrambi i binari di corsa erano dotati di marciapiede, con il primo (pari) servito dal marciapiede del fabbricato viaggiatori e il secondo (dispari) servito da un marciapiede situato tra il secondo e il terzo binario

. La riattivazione della stazione avvenne con il primo binario (pari) usato come binario di corsa, il secondo (ex dispari) usato come binario di incrocio e i binari di ricovero/precedenze e del magazzino merci mantenuti nella configurazione anteguerra

In totale, vi sono tre binari riservati ai convogli in transito, il primo dei quali viene generalmente usato per consentire gli scambi tra due treni che si ritroverebbero a procedere lungo il medesimo binario, oppure per far effettuare il capolinea ai treni in partenza o a fine corsa, che generalmente collegano la

l'ottava compagnia ferroviaria RE, appositamente creata, gestiva treni che trasportavano depositi e truppe, oltre a riparare i binari. Il giorno della battaglia effettuarono un viaggio in treno alla stazione di

: fascio arrivi, fascio direzioni, fascio partenze nord e fascio partenze sud, inoltre, allacciati ai fasci principali, vi sono i fasci secondari: binari del deposito locomotive, fascio Riparandi per OMV, fascio Riordino, binari Omnia L., binari assegnati al servizio Lavori. Ogni fascio binari in origine era retto da dirigenza locale come

. Si trattava di reggimenti di fanteria binari, basati sui vecchi battaglioni di fanteria dell'Esercito Albanese e destinati ad operazioni anti-partigiani e di controllo del territorio. Parte del personale, soprattutto

: dinanzi al fabbricato viaggiatori erano posti tre binari per il servizio passeggeri; dal primo e dal terzo era inoltre accessibile il fascio rimesse e merci, comprendente tre tronchini che raggiungevano la rimessa locomotive della stazione

Su via delle Ghiacciaie, su cui si apre l'ingresso rialzato di sei gradini, l'edificio della Cabina apparati presenta una fascia basamentale fino alla quota dei binari, realizzata da una tessitura di mattoni a vista conclusa da una cornice in

. Anche il soffitto della sala ottagonale poteva probabilmente ruotare tramite un meccanismo simile a una macina che, agganciato ai binari scoperti lungo il bordo dell'apertura centrale superiore, era mossa da schiavi.

, si trovano nei pressi dell'ex-Lager, in via Pacinotti (lungo i binari che attraversavano la zona industriale di Bolzano e su cui passavano i treni da e per il campo) ed in via Claudia Augusta (non lontano dalla galleria del Virgolo, luogo di lavoro coatto dove era stata trasferita la fabbrica IMI).

Di fronte all'entrata dell'atrio, una grande vetrata immette al marciapiede dei binari, pavimentato in mattonelle di asfalto e schermato verso il ferro da una fila di pilastri a sezione rettangolare rivestiti in marmo che sostengono la lunga pensilina; questa appare bucata nei tratti di collegamento con il fronte del fabbricato e le bucature rettangolari chiuse da mattoni in vetro-cemento per l'illuminazione del marciapiede, riprendendo, in senso peggiorativo, l'idea originaria del

, quando venne autorizzata la costruzione del braccio provvisorio. Quando fu inaugurata la stazione di Campo di Marte, il servizio tranviario era stato intanto elettrificato e i binari percorrevano viale Principe Eugenio, piazza Donatello, via degli Artisti, il cavalcavia della Piazzola, il viale Militare (poi viale dei Mille) e via del Pratellino

Nella parte ovest dell'area ferroviaria della stazione hanno sede lo scalo merci di Cagliari San Paolo, dotato di un suo fascio binari, e l'area di ricovero e manutenzione dei rotabili per il sud Sardegna, con officine, depositi e relativi fasci binari di accesso e sosta. Presenti in quest'area anche una

aveva presentata un'immagine precedente, pubblicata dallo Smiles, che documenterebbe che la vettura utilizzata per il treno inaugurale era di fatto una diligenza adattata per circolare sui binari, mentre

Nel film Stand by Me - Ricordo di un'estate, Gordie, Chris, Teddy e Vern durante il viaggio per andare alla ricerca del corpo di un ragazzo (Ray Browner) si mettono in cammino lungo i binari della ferrovia e deviando attraverso un fiume, si ritrovano pieni di sanguisughe.

e fu addestrato da istruttori sovietici nell'uso di esplosivi sensibili alla pressione per distruggere binari ferroviari, ponti e linee elettriche. Uno dei loro obiettivi era la distruzione del ponte principale di alimentazione che attraversa il fiume

Questo processo viene usato per saldare metalli spessi come le rotaie dei binari del treno utilizzando un contenitore di ceramica per incanalare il ferro fuso tra due sezioni di rotaia. La termite viene anche utilizzata nelle armi e nella realizzazione di sculture e strumenti in

(Ex stazione di servizio della frazione di Marconia declassata a posto di movimento sulla ferrovia Jonica, sprovvista di locale per la sosta dei passeggeri ma di una sola banchina con due binari utilizzati per l'incrocio) e la

Il generale Wheeler e la sua cavalleria effettuavano numerosi raid nel Nord Georgia distruggendo i binari ferroviari che servivano ai treni per trasportare i rifornimenti agli unionisti. Si avvicinarono a

emerge in molte scene: due paia di piedi, due binari ferroviari che si incrociano due volte, drink doppi, due donne che chiedono l'ora in luoghi diversi, due innamorati che corteggiano Miriam, due uffici, due

sestuplicamento dei binari tra Genova Piazza Principe e Genova Brignole (prolungamento delle gallerie San Tomaso e Colombo fino a Brignole attraverso il riutilizzo di un tratto della galleria delle Grazie Bassa attualmente fuori esercizio);




Tutti i dati sono automaticamente, anche se accuratamente raccolti da fonti di pubblico accesso. Le frasi vengono selezionate automaticamente e non sono destinate ad esprimere le nostre opinioni. Il contenuto e le opinioni espresse sono esclusivamente a nome degli autori delle frasi.




CentroHD

info@centrohd.com

Ultimo aggiornamento pagina:

24 Novembre 2021

20:54:18